Come si fa una parete di verde stabilizzato?

Per chi ha la passione del fai da te, la domanda può sorgere spontanea: vi siete mai immaginati come potrebbe diventare casa vostra, il vostro ufficio o il vostro locale, con le PARETI DI VERDE STABILIZZATO EDENARIA? I benefici sono decisamente evidenti a livello estetico, ma dovete sapere che le PARETI hanno un eccellente effetto sulla riduzione del rumore interno e funzionano moto bene come isolante acustico. Oltre a ciò, il verde contribuisce a migliorare l’umore delle persone e ha effetti, provati scientificamente, sulla produttività dei collaboratori negli ambienti di lavoro. Se a ciò aggiungete che sono materiali completamente naturali, senza vernici solventi, capirete da soli che non sono solo belli, ma anche utili.

Per costruire una parete, dopo aver scelto la misura, serve un pannello di MDF (pannello di fibra a media densità derivato dal legno) dello spessore di 6 mm. Possono andar bene anche materiali sintetici, compensato, moquette etc. L’importante è lo spessore: per una parete consigliamo uno spessore di circa 6 mm. 

 

Parete Muschio e Polemoss
Parete Muschio e Polemoss

Oltre al supporto, per fissare il materiale al pannello potete usare della normalissima colla vinilica per il muschio; mentre consigliamo l’utilizzo del silicone neutro trasparente per i rami. Non utilizzate la colla a caldo, perché rischia di seccare troppo il verde stabilizzato.

Prima di tutto dobbiamo preparare la base su cui andremo poi a mettere rami, foglie e Polemoss a piacimento. Per la base dobbiamo usare del MUSCHIO PIANO STABILIZZATO. Ricordatevi che per coprire un metro quadrato serve 1 Kg di Muschio Piano stabilizzato. Il Muschio Piano non ha bisogno di nessuna preparazione, se non una semplice pulizia (essendo materiale naturale possono esserci legnetti, terra e piccole impurità). Una volta pulito, spalmate la colla vinilica sui pannelli in MDF e poggiatevi sopra le porzioni di muschio piano, esercitando una leggera pressione e facendo attenzione a metterle perfettamente vicine, in modo che ci sia soluzione di continuità tra un pezzo e l’altro. Una volta ricoperta l’intera superficie, attendete 2 ore circa per l’asciugatura della colla.

A questo punto prendete i vari materiali che avete scelto per creare la vegetazione e l’effetto “bosco”. Poggiateli sopra al muschio senza incollarli, per vedere l’effetto, e solo una volta che avrete raggiunto il risultato che più vi piace, iniziate il fissaggio. 

Per fissare il MUSCHIO POLEMOSS, dopo averlo pulito, mettete del silicone neutro trasparente alla base del Polemoss e poggiatelo facendo pressione. Di norma, il migliore effetto è quello di mettere alcune palle di Polemoss a dimensione variabile vicine, per creare un effetto “macchia”.

Tagliate a pezzetti le foglie e i rami che avete scelto, utilizzando un paio di forbici da potatura. Se volete un effetto con varie profondità, fate dei rami più lunghi e più corti andandoli a fissare in zone uniformi. Anche qui, di solito, come avviene in natura, ci sono zone molto fitte e zone completamente scoperte. Per fissare i rami, fate un piccolo buchetto nel Muschio Piano, metteteci dentro un poco di silicone e poi inserite il rametto. Ripetete queste operazioni fino a che non avrete ottenuto l’effetto desiderato e poi lasciate asciugare il silicone per un paio d’ore.

Una volta asciutte le colle, prendete il vostro pannello e controllate prima di tutto che non ci siano rimasti buchi. Qualora ve ne fossero, andate a coprirli con del muschio piano. Fatta questa operazione potrete togliere, aggiungere o spostare a vostro piacimento i materiali, seguendo le indicazioni di cui sopra.